Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Lunedì, 23 Settembre 2019

Udc: "Privilegiare la compatezza della maggioranza"

“L’anno appena iniziato sarà decisivo per completare il programma di legislatura e nel contempo raccogliere i frutti di un intenso lavoro amministrativo ed istituzionale che ci ha visto protagonisti in questi anni”.
E’ quanto asseriscono  i consiglieri regionali dell’Udc (il capogruppo Ottavio Bruni, il presidente del Consiglio Francesco Talarico, il presidente della IV Commissione Gianluca Gallo e gli assessori all’Urbanistica Alfonso Dattolo ed all’Agricoltura Michele Trematerra) in un documento elaborato nel corso di un’apposita riunione svoltasi ieri a Catanzaro.
“Il Gruppo regionale fin dall’inizio della legislatura ha lavorato con la massima unitarietà e collaborato con le altre forze di maggioranza con spirito costruttivo, avendo come base l’impegno primario alla soluzione dei problemi della Calabria. A tutto  ciò  abbiamo riconosciuto grande importanza, per cui  se venisse meno la coesione necessaria a raggiungere gli obiettivi prefissati,  si rischierebbe di vanificare anni di lavoro e il progetto stesso di cambiamento della nostra terra che registra tuttora, nonostante i molti passi avanti compiuti, storici  ritardi economici e sociali.
Nel 2010 abbiamo scelto l’alleanza con il presidente Scopelliti, contribuendo fattivamente all’elaborazione di una serie di iniziative legislative ed amministrative che hanno colmato vuoti decennali e spianato alla nostra regione la strada del cambiamento anche nei metodi stessi della politica. Oggi, a distanza di anni, siamo fermamente convinti della bontà della scelta compiuta.  Pertanto, sorprende che la nascita di Forza Italia e le prime dichiarazioni che leggiamo sui giornali rievochino termini del passato quali ‘rimpasto e azzeramento di Giunta’ che non appartengono allo spirito di rinnovamento che abbiamo messo in campo in questa legislatura.
Siamo del parere, contando su un forte radicamento territoriale, mai venuto meno in Calabria nonostante le difficoltà oggettive connesse alle trasformazioni in atto nella politica e all’imperversare di fenomeni populistici,  e sulla capacità di produrre iniziative legate ai bisogni dei cittadini, che il progetto di innovazione debba prevalere sempre  sui personalismi e sugli organigrammi e che non possa essere condizionato da esigenze di tipo gestionale.
Per l’Udc, nell’attuale fase di crisi economica, in ragione dei nuovi e rafforzati rapporti di sinergia con il Governo nazionale, è essenziale rimuovere i tatticismi per concentrare ogni energia sulla soluzione delle annose problematiche sociali ed economiche.
Se l’obiettivo– conclude il Gruppo dell’Udc nel documento – è proseguire nell’impegno che fin qui ci ha visti protagonisti, l’auspicio è che si lavori con impegno e determinazione per irrobustire il progetto comune con cui affrontare i prossimi appuntamenti elettorali”.